Aiutaci con il tuo

5x1000
... a informarti su salute e benessere!

C.F. 97559220153

leggi di più


 

Il primo passo per poter mangiare sano è fare bene la spesa. Ciò che mettiamo nel carrello del supermercato sarà ciò che ci porteremo a casa, che metteremo nella nostra dispensa, nel nostro frigorifero e nello scomparto dei surgelati.

In base a ciò che avremo in casa potremo decidere cosa mangiare, e se avremo scelto i prodotti giusti sarà tutto più semplice.

Sicuramente le esigenze alimentari variano da persona a persona, ma ci sono alcuni principi generali che la maggior parte di noi dovrebbe seguire.

  • mangiare più frutta e verdura
  • consumare più cereali integrali
  • alimentarsi con più alimenti freschi
  • ridurre il consumo di zucchero
  • mangiare carne e proteine animali con moderazione.

nutrizione - cosa comprareQuando ci si ritrova all'interno di un supermercato, ‘abbagliati’ dai tanti colori e luci spesso si dimenticano le buone intenzioni con cui si è partiti.

Qui trovate alcuni suggerimenti indispensabili per ridurre al minimo la percentuale di rischio di uscire dal supermercato con il carrello pieno di alimenti sbagliati:

  1. Percorrete il supermercato dando la precedenza a frutta e verdura, carne, pesce e pane, cosa di solito facilitata nella maggior parte dei supermercati, giacché questi prodotti sono in genere presenti nei corridoi esterni. Addentratevi invece solo se necessario nei corridoi interni (quelli delle merendine, dei biscotti, dei cibi pronti e degli snack da festa).
  2. Compilate la lista della spesa: è un passaggio fondamentale per costruire una sana alimentazione perché vi consentirà di acquistare in modo consapevole, senza cedere alle voglie del momento e alle lusinghe del marketing. La lista ci permette di non acquistare cibi inutili e ci ridurre al minimo il rischio di dimenticarci ciò di cui necessitiamo.
  3. Mai a fare la spesa se si è di fretta. Questo può accadere se vi mancano pochi alimenti che sapete di dover comprare freschi e che non potete acquistare durante la spesa di base che vi serve per avere in casa i beni alimentari di prima necessità.
  4. Organizzatevi in modo da fare un paio di volte al mese la spesa più consistente, nella quale acquisterete i prodotti a lunga conservazione che potete tenere nella vostra dispensa e che non dovrebbero mai mancare in casa.
  5. Non fate mai la spesa digiuni, meglio farla dopo pranzo o dopo uno spuntino saziante: questo vi servirà per non farvi prendere dalla foga di acquistare cibi dalle confezioni ‘accattivanti’ ma poveri dal punto di vista nutrizionale.
  6. Non sottovalutate la possibilità di acquistare verdure surgelate. Il prodotto surgelato è un utile salva-tempo da tirare fuori dal freezer anche all’ultimo minuto. Non hanno conservanti né additivi: basta il gelo che, comunque, conserva anche in parte le vitamine. Così si potranno mangiare “verdure di stagione” in ogni periodo dell’anno. Le verdure non sono profumate o croccanti come quelle fresche e vanno consumate solo cotte ma se il rischio è quello di non mangiarle proprio perché in casa si rimane senza, assolutamente meglio quelle surgelate.
    Fate attenzione alla confezione: se c’è molta brina significa che la catena del freddo è stata interrotta, in questo caso è meglio scegliere un’altra busta. I congelatori a bordo dei pescherecci permettono di conservare sotto lo zero il pescato entro poche ore dalla cattura: così si mettono in sicurezza le qualità nutrienti e il pesce tende anche ad essere più economico di circa il 25% ed è più facile da trasportare.
  7.  Cercate di fare acquisti nei mercati agricoli e di scegliere prodotti ortofrutticoli diversi, provando qualcosa di nuovo.
Il sito utilizza cookies solo per funzioni tecniche e per statistiche anonime (Google Analytics: > approfondimenti. Non attiviamo funzionalità che interferiscano con quello che decidete di vedere.
Se preferite comunque non memorizzare cookies, potete usare la "navigazione anonima" del vostro browser.